Israele: Terra di grande energia

23 - 29 settembre 2019

Israele: Terra di grande energia

Luogo: Israele

 2.040,00

massimo 16 partecipanti

Nome *

Cognome *

Data di nascita *

Codice fiscale *

Indirizzo E-mail *

Telefono *

Cittadinanza *

Indirizzo *

CAP *

Città *

Aeroporto / Città di partenza *

Tipo Camera *


Consiglia ad un amico

Israele: Terra di grande energia
Programma 23-29 Settembre, 2019

Voli di linea diretti da Venezia con El Al

GIORNO 1: Lun 23.09 – VENEZIA / TEL AVIV

Partenza con volo di linea diretto da Venezia e arrivo all’aeroporto Ben Gurion, incontro con gli operatori del servizio di assistenza aeroportuale e disbrigo delle procedure. Incontro con la guida nella hall degli arrivi e trasferimento per Tel Aviv.
Check-in in hotel e pernottamento.

GIORNO 2: Mar 24.09 – TEL AVIV

Tel Aviv è una città attiva 24 ore al giorno, rigogliosa di cultura, divertimento e commercio, con le sue spiagge d’oro, i mercati esotici, la vita notturna famosa in tutto il mondo, e gli esclusivi centri commerciali. Tel Aviv, “la città che non si ferma mai”, è la prima città ebraica moderna costruita in Israele, ed è il centro dell’economia e della cultura nazionali, con la sua ricchezza di eventi artistici e culturali, festivals, intrattenimenti d’ogni sorta, ed un’attivissima vita notturna. Estesa per 14 Km lungo il Mediterraneo, dal fiume Yarkon a nord fino al fiume Ayalon ad est, ogni giorno viene raggiunta da centinaia di migliaia di lavoratori, turisti, visitatori e festaioli.

Colazione in hotel e visita di Jaffa (anche Joppa e Yafo) antica città egiziana e cananita, considerata il più antico porto del mondo e sosta alla cosiddetta vecchia stazione, luogo che pullula oggi di locali ed attività commerciali.
Proseguimento per la visita al quartiere Neve Tzedek il primo quartiere costruito nella città “nuova” di Tel Aviv, nel 1887. All’inizio del XX secolo Neve Tzedek fu casa per molti artisti e scrittori, come Brenner e Agnon (autore vincitore di un premio Nobel) ma negli anni successivi l’area ha sofferto di abbandono, e le vecchie case e le strade hanno iniziato a rovinarsi. Solo nel 1980 il luogo ha riacquistato il suo prestigio e da allora è diventato un elegante residence yuppie con tantissimi ristoranti, gallerie d’arte e negozi di design. L’architettura di Neve Tzedek è sicuramente uno dei punti di forza dell’area. Belle, vecchie case lussuosamente restaurate da architetti e designer moderni.
Passeggiata al Carmel Market il più grane mercato di frutta e ortaggi di Tel Aviv, luogo da non perdere se si vogliono capire veramente il melting pot che caratterizza Israele, un mix di culture e sapori che vanno dal Nord Africa, allo Yemen passando per i paesi dell’Est Europa e non solo. Durante la passeggiata, esperienza culinaria con assaggi di delizie locali.
Rientro in hotel.

GIORNO 3: Mer 25.09 – PERLE DELLA COSTA MEDITERRANEA: CAESAREA, HAIFA ED AKKO
Incontro con la guida locale parlante Italiano e partenza per Cesarea Marittima, città romana e crociata, visita dell’anfiteatro l’ippodromo, le terme, la villa e la fortezza. La città di Cesarea fu sempre considerata una importante postazione sul mare. l’epoca di grande splendore si inaugurò con la costituzione della provincia romana della quale Cesarea Marittima venne eletta a capitale amministrativa e sede dei procuratori. Risale a quel periodo l’opera di fastoso abbellimento compiuta da Erode e della quale si possono tuttora ammirare le vestigia. I crociati vi sbarcarono nel 1101 e la trasformarono in cittadella fortificata, di cui non si fatica ad intuirne la maestosità. Tuttavia, nel 1291 Cesarea fu conquistata dal sultano Mamelucco Al-Malik Al-Ashraf in una mossa tattica conosciuta come “terra bruciata” – i Mamelucchi temevano il ritorno dei Crociati, così distrussero metodicamente le città e i porti costieri, e Caesarea fu perso sotto le rovine.
Si prosegue verso nord per la città di Haifa, centro industriale costruito sul Monte Carmelo, con una sosta per godere della vista panoramica sulla baia e sul centro mondiale della fede Ba’hai con i suoi stupendi giardini. Negli anni si è espansa sulle pendici del monte e si sono costituite così la città bassa, costruita a livello del mare, la città media di mezza costa, e la città alta. Sede di importanti Università cui il Technion, famosa facoltà di Ingegneria, dei centri dell’HIGH TECH israeliano e dell’industria chimica.
Proseguimento per San Giovanni d’Acri (Akko) antico porto capitale del Regno Crociato dopo la caduta di Gerusalemme utilizzato sia dalle armate sia da i pellegrini nel corso della storia, fu importante porto turco che resisté all’assedio di Napoleone.
Visita dell’antico porto e della Cittadella.
Pranzo in corso di visita.
Rientro a Tel Aviv.

GIORNO 4: Gio 26.09 – QUMRAN, MASADA E MAR MORTO
Colazione in hotel e partenza nelle prime ore del mattino per il Deserto della Giudea ed il Mar Morto. Lungo il percorso incontreremo Qumran, fondata dagli Esseni nel II ° secolo a.C., dove nel 1947 furono rinvenuti i rotoli (manoscritti) detti “del Mar Morto” nelle famose grotte. Breve filmato introduttivo e visita del villaggio degli Esseni.
Visita presso il Kibbutz Ein Gedi, dove la guida spiegherà cos’è un kibbutz e lo stile di vita dei suoi abitanti.
A quasi 300 metri sopra il livello del Mar Morto, si profila la rocca di Masada isolata dall’area circostante per la presenza di ripidi Wadi a Nord, a Sud ed a Ovest e circondata da un paesaggio desolato e desertico. La fortezza che si raggiunge in funivia, fu costruita da Erode il Grande nel 40 a.C. e diventò simbolo della forza spirituale e del coraggio del popolo giudeo, rappresentato dagli Zeloti e dagli Esseni che qui si erano rifugiati ai tempi della massima tensione antiromana. Essi preferirono morire piuttosto che arrendersi alle autorità (6-7 d.C. secondo lo storico giudeo Giuseppe Flavio). A Masada, come a Qumran, sono stati trovati importanti frammenti di testi biblici e fra questi il Libro di Ezechiele e gli ultimi due capitoli del Deuteronomio.
Dopo le visite pranzo a buffet in uno degli hotel della zona e tempo libero per rilassarsi e dedicarsi all’esperienza di galleggiare nelle acque salate del Mar Morto con utilizzo della piscina e spiaggia dell’hotel. Le acque del Mar Morto sono tra le più salate al mondo con una proporzione pari a 10 volte più delle normali acque di mare e sono ricche di minerali che rendono impossibile nuotare ma solo galleggiare.

L’acqua, il sole, l’aria e il fango nero nutriranno la vostra pelle, riattiveranno il sistema circolatorio aumentando l’apporto di ossigeno e questo sarà estremamente rilassante e vi farà sentire come mai prima. Partenza per Gerusalemme, Sistemazione in hotel e pernottamento.

GIORNO 5: Ven 27.09 – GERUSALEMME CITTA’ NUOVA: YAD VASHEM, MUSEO D’ISRAELE E BETLEMME

Prima colazione presto in hotel e partenza per Gerusalemme. Visita al complesso dello Yad Vashem, il memoriale ai 6 milioni di vittime della Shoah, testimonianze, video e foto sulla Shoah, ma anche documenti sulla dittatura nazista, sui 12 anni di persecuzioni e sugli avvenimenti postbellici precedenti la nascita dello Stato di Israele. Yad Vashem, che in ebraico significa “un posto e un nome” da Isaia 56,5: “Io concederò nella mia casa e nelle mie mura un posto e un nome”, è stato inaugurato nel 2005 a seguito di un progetto approvato nel 1953 dalla Knesset, il Parlamento Ebraico, per raccogliere le testimonianze dell’olocausto e onorare le sue vittime. L’edificio principale, disegnato dall’architetto Moshe Safdie, è un prisma triangolare di cemento armato con base in basso, lungo 200 metri, che penetra la montagna da una parte all’altra, con le due estremità drammaticamente sospese nell’aria. La struttura triangolare è stata scelta per sopportare la pressione della terra sopra di essa e nel contempo far penetrare la luce attraverso la vetrata posta lungo tutto il suo spigolo superiore. Il triangolo simboleggia anche una delle due metà della stella di David, perché l’olocausto ha dimezzato la popolazione ebraica nel mondo. La sezione del triangolo è più stretta al centro, e questo, insieme ad una leggera pendenza verso il basso, crea l’illusione di scendere profondamente dentro la montagna, quasi di scendere nell’abisso dell’inferno. Il museo raccoglie migliaia di documenti storici, lettere, fotografie, testimonianze dei sopravvissuti, descrivendo la storia della Shoah in un crescendo di angosciante brutalità che lascia totalmente schiacciati. Avviandosi verso l’uscita il pavimento va in leggera salita e la sezione del triangolo si espande. Si passa di fianco alla grande cupola luminosa dove sono incisi i nomi dei milioni di ebrei scomparsi, si va verso la luce e infine, oltrepassando una porta di cristallo, una terrazza sospesa su Gerusalemme, il sole, il vento il cielo infinito, le splendide colline.
Si raggiunge il Museo di Israele per la visita. Il Museo è una confederazione di musei, raccolti in una serie di edifici intercomunicanti, appositamente costruiti. Fu inaugurato nel 1965 e comprende il Bezalel National Art Museum, il Samuel Bronfmann Biblical and Archaeological Museum, lo Youth Wing (Children’s Museum), il Santuario dei “libri del Mar Morto”, il Samuel and Jane Gottesman Centre for Biblical Manuscripts e il Billy Rose Art Garden. Il museo è ordinato cronologicamente ed è corredato da mappe e materiale illustrativo. La visita al Museo d’Israele si soffermerà sui Manoscritti del Mar Morto, trovati nel 1947 in una grotta a Khirbet Qumran, sono conservati in una costruzione particolare, interna e distinta architettonicamente, coperta da una cupola. Essi sono la più antica testimonianza storica scritta del popolo di Israele e sono datati intorno al 70 d. C. Insieme ad essi è esposto anche il Rotolo di Isaia, datato al 100 a. C.
Proseguimento delle visite e sosta presso la Grande Menorah di bronzo (candelabro a sette bracci) dono del governo inglese, posta vicino alla Knesset “il Parlamento d’Israele”.
Nel pomeriggio partenza per Betlemme*, luogo di nascita di Gesù e dove sorge la Basilica e la Grotta della Natività. La grotta su cui è stata costruita la chiesa fa parte di una serie di grotte oggi sotterranee in una delle quali, secondo la tradizione, nacque Gesù Cristo. La Basilica fu voluta da Sant’Elena, madre di Costantino, che giunse in pellegrinaggio in Terra Santa nel 325 d.C. La grotta su cui è stata costruita la chiesa fa parte di una serie di grotte oggi sotterranee in una delle quali, secondo la tradizione, nacque Gesù Cristo. La visita di Betlemme richiede almeno tre tappe: i resti del Kathisma, la basilica della Natività e le grotte di S. Girolamo, la Grotta del Latte. La Basilica della Natività, costruita sulla Grotta della Natività, è una delle poche basiliche antiche giunte intatte sino ai nostri giorni pur avendo vissuto diverse traversie nel corso dei secoli. Dalla Basilica si accede al portico della chiesa di Santa Caterina e, attraverso quest’ultima, si possono visitare le Grotte ove il monaco S. Girolamo, trascorse parte della sua vita traducendo la Bibbia dal testo originale ebraico e aramaico in latino. La Grotta del Latte è l’ultima tappa del giro in Betlemme. Non distante dal centro di Betlemme si trova il Campo dei Pastori così chiamato perché è il luogo in cui gli Angeli annunciarono ai pastori la nascita di Cristo. Rientro a Gerusalemme.
*Sito soggetto all’Autorità Palestinese, visita soggetta a cambiamenti. Necessario passaporto.

GIORNO 6: Sab 28.09 –GERUSALEMME CITTA’ VECCHIA
Prima colazione in hotel quindi partenza per Gerusalemme.
Si inizia con una panoramica sulla Città dal Monte degli Ulivi.
Prosecuzione a piedi per la visita della città vecchia e dei suoi quattro quartieri: a nord-ovest si sviluppa il quartiere cristiano, con la Via Dolorosa e la Chiesa del Santo Sepolcro; a est quello musulmano con moschee, tra cui quella di Omar, e i resti delle mura del Tempio di Salomone; a sud-est è la Città di David (scavi); a sud-ovest il quartiere armeno e a sud quello israelita. Si passa quindi al Quartiere Ebraico situato dove sorgeva la città Alta di Gerusalemme durante il periodo di Erode, qui vi si trovano i resti dell’antico Cardo Massimo che attraversava Gerusalemme, in realtà si tratta di una ricostruzione di una parte di città completamente distrutta quando nel ‘48 Gerusalemme passò alla Giordania. Dopo la Guerra dei Sei Giorni, annessa Gerusalemme, gli israeliani si adoperarono per ricostruire il quartiere svolgendo approfonditi lavori archeologici che mostrano chiaramente la movimentata e antica storia di questa città.
Percorrendo le stradine della parte più antica della città, dense di ricordi e ricche di folklore, si arriva alle mura di Gerusalemme che colpiscono ancora per la loro imponenza. Si giunge al grande piazzale di fronte al Muro del Pianto o Kotel ha-Ma’ aravi il nome in ebraico o più precisamente Muro Occidentale che è il muro di contenimento dell’altura dove sorgeva il primo Tempio fatto costruire da Salomone e distrutto da Nabucodonosor ed il secondo Tempio costruito dal popolo di Giuda ritornato a Gerusalemme dopo la deportazione in Babilonia, lo stesso che esisteva al tempo di Gesù e che fu ancora distrutto dai Romani nel 70 d.C. La tradizione ebraica lo considera l’ultimo residuo del Primo Tempio dove era custodita l’Arca del Patto. Da questo posto la tradizione vuole che sia iniziata la creazione del mondo. Vi si troverebbe la pietra di fondamento che diede inizio all’opera Divina.
Attraversando il caratteristico bazar arabo, si percorre parte della Via Dolorosa (Via Crucis) fino al Santo Sepolcro. Visita all’insieme di cappelle e chiese che sono racchiuse nel luogo più santo per la Cristianità: luogo in cui Gesù è stato sepolto prima di risorgere; visita al Calvario e dell’edicola con la Tomba.
Il resto del tour nella città vecchia procede nel quartiere musulmano, un Suk come se ne vedono molti nel mondo arabo, da dove però si coglie il vero spirito vivo ed autentico della Città Vecchia: si ricava in qualche modo l’impressione che in realtà secoli e secoli di dominazione ottomana abbiano fatto di Gerusalemme una città araba.
Arrivo in hotel a Gerusalemme. Pernottamento.

GIORNO 7: Dom 29.09 –GERUSALEMME / VENEZIA
Colazione e trasferimento in aeroporto per disbrigo formalità doganali e d’imbarco per il volo di rientro su Venezia.

Operativo aereo El Al Linee aeree Israeliane

23 Settembre 2019 Venezia Tel Aviv LY 290 09.55 – 14.20
29 Settembre 2019 Tel Aviv Venezia LY 289 06.00 – 08.50

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

su base di 15 iscritti su base di 20 iscritti
per persona in camera doppia 2040,00 € 1960,00 €
suppl. camera doppia uso singolo 600,00 €
Tasse aeroportuali Italia/Israele 58,00 (da riconfermare all’emissione del biglietto)

LA QUOTA COMPRENDE:
Passaggi aerei andata e ritorno da Venezia con voli di linea in classe economica
Tariffe voli comprensive di un bagaglio in stiva
Tutti i trasferimenti in pullman privato gt
Sistemazione in camera doppia 3 notti a Tel Aviv in categoria standard, centrale
Sistemazione in camera doppia 3 notti a Gerusalemme in categoria standard vicino alla città vecchia
Trattamento di mezza pensione e pasti come da programma
Presenza di guida in lingua italiana per tutta la durata del viaggio
Ingressi per tutte le visite e siti menzionati e previsti dal programma
Assicurazione medico sanitaria/bagaglio e ANNULLAMENTO (Euro 60)
Accompagnamento Rallo
Set da Viaggio

LA QUOTA NON COMPRENDE:
Tasse aeroportuali, bevande ai pasti, pasti non previsti, extra personali
mance, tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”

DOCUMENTO PER L’ESPATRIO: passaporto in corso di validità. con scadenza non inferiore ai 6 mesi dalla data di rientro dal viaggio

ISCRIZIONI ENTRO IL 10 GIUGNO 2019

Posti disponibili garantiti 16 – Ulteriori adesioni su richiesta

Modalità di iscrizione

Acconto all’iscrizione: € 500,00 a persona
Saldo: a fine agosto
Pagamenti: Bonifico all’agenzia viaggi Rallo, come segue:
BANCA: UNICREDIT – Agenzia 02148 – VIA TORRE BELFREDO
INTESTAZIONE: AGENZIA VIAGGI RALLO SRL
IBAN IT 65 I 02008 02020 000103734070
CAUSALE: In Israele con noi.

Dove sarai

LA QUOTA COMPRENDE:

Passaggi aerei andata e ritorno da Venezia con voli di linea in classe economica

Tariffe voli comprensive di un bagaglio in stiva

Tutti i trasferimenti in pullman privato gt

Sistemazione in camera doppia 3 notti a Tel Aviv in categoria standard, centrale

Sistemazione in camera doppia 3 notti a Gerusalemme in categoria standard vicino alla città vecchia

Trattamento di mezza pensione e pasti come da programma

Presenza di guida in lingua italiana per tutta la durata del viaggio

Ingressi per tutte le visite e siti menzionati e previsti dal programma

Assicurazione medico sanitaria/bagaglio e ANNULLAMENTO (Euro 60)

Accompagnamento Rallo

Set da Viaggio

LA QUOTA NON COMPRENDE:

Tasse aeroportuali, bevande ai pasti, pasti non previsti, extra personali  mance, tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”

Compila il form per richiedere informazioni

Nome (richiesto)
Cognome (richiesto)
Località (richiesto)
Email (richiesto)
Messaggio




Accetto B


Accetto C
Inserisci questo codice: captcha

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Israele: Terra di grande energia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Passeggero 1

Questo campo è obbligatorio
This field can't be Empty
This field can't be Empty
Questo campo è obbligatorio

Cerca anche

Compila i seguenti dati per procedere all'acquisto

Nome *

Cognome *

Data di nascita *

Codice fiscale *

Indirizzo E-mail *

Telefono *

Cittadinanza *

Indirizzo *

CAP *

Città *

Aeroporto / Città di partenza *

Tipo Camera *


Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo ad essere aggiornato sulle nostre ultime vantaggiose proposte di viaggio. Compila il form sottostante!


Cliccando su "ISCRIVITI" accetti di ricevere la nostra newsletter (Leggi l'informativa completa)


Accetto B
Accetto
Inserisci questo codice: captcha

close-link